Una delle circostanze più gravi per un individuo coinvolto in un incidente stradale è quella di subire un’omissione di soccorso da parte del responsabile del sinistro o da chiunque si trovi a transitare sul luogo dell’accaduto.

LE CONSEGUENZE DI UN ATTO DI OMISSIONE

Chiunque, anche un passante capitato per caso, che non presta soccorso dopo un incidente stradale si espone a una serie di implicazioni legali e amministrative. La legge impone di fermarsi, sia che ci siano feriti, sia che non ci siano. Il mancato rispetto di quest’obbligo può comportare una sanzione amministrativa, una condanna alla reclusione, una confisca del veicolo e/o la sospensione della patente. Dopo un incidente, non solo è richiesto di fermarsi e di venire in aiuto, ma è essenziale rimanere sul posto fino all’arrivo delle forze dell’ordine, alle quali è necessario fornire le proprie generalità.

DISTINZIONE TRA DELITTO DI FUGA E OMISSIONE DI SOCCORSO

In caso di incidente stradale con feriti, il Codice della Strada individua nell’articolo 189 due fattispecie di reato: la fuga dopo un incidente (articolo 189, comma 6) e l’omissione di soccorso (articolo 189, comma 7).  Entrambi i reati sono procedibili d’ufficio, il che significa che la comunicazione della vittima  alle  autorità dell’accaduto è sufficiente per avviare un procedimento penale contro il responsabile. 

Il reato di fuga si verifica quando il conducente coinvolto in un incidente stradale con feriti lascia il luogo dell’accaduto senza fornire i propri dati o, se richiesto, senza mostrare la patente di guida e i documenti del veicolo. Questa condotta è rivolta ad evitare l’identificazione e ad ostacolare la raccolta delle informazioni necessarie per stabilire le responsabilità del sinistro.
L’omissione di soccorso, invece, si verifica quando il conducente non presta assistenza alle persone ferite nell’incidente. In questo caso, il responsabile si sottrae ad un dovere giuridico e morale. Anche se le vittime vengono successivamente soccorse da terzi, il reato viene comunque contestato.

Chiunque venga coinvolto in un reato di fuga od omissione di soccorso dopo un incidente stradale che ha causato danni alle persone può essere soggetto all’arresto in flagranza di reato o a pene coercitive come il divieto di lasciare il Paese, l’obbligo di presentarsi alle autorità, l’obbligo di dimora e gli arresti domiciliari. La gravità delle lesioni subìte dalle vittime influenzerà la severità della pena.


STUDIO ALIS: L’IMPORTANZA DELL'ASSISTENZA INFORTUNISTICA

Se hai subìto un incidente e non hai ricevuto soccorso da parte degli altri conducenti coinvolti o da chi transitava sul luogo del sinistro, è consigliabile rivolgerti a Studio Alis. Da anni seguiamo le vittime di incidenti stradali e siamo disponibili a fornirti una consulenza sulla possibilità di avviare una richiesta di risarcimento per danni patrimoniali e non patrimoniali. Ci occupiamo della gestione dell’incidente grave o mortale, forniamo assistenza tecnica, legale e psicologica e anticipiamo le spese necessarie.

Al tuo fianco, da oltre 40 anni.

omissione di soccorso

Dicono di noi

Buonissima esperienza alla filiale di Funo di Argelato. Corretti, gentili, professionali, rapidi nelle risposte. Sono stati chiari fin dall’inizio, spiegando come sarebbe stata la trafila burocratica. Hanno anticipato praticamente TUTTE le spese sostenute e ci hanno seguito passo passo. Indennizzo anche superiore rispetto a quello che si potesse prevedere. Ci hanno sempre consigliato, lasciandoci comunque la scelta delle azioni da intraprendere.

Stefano G.

Ottima esperienza, grazie al fervido lavoro di tutti: avvocati, medici e personale dello studio. Li ringrazio per la gentilezza e la disponibilità.

Andrea P.

Filiale di Casalecchio. Professionali, competenti e molto disponibili. Siamo stati seguiti con discrezione e sollecitudine in un momento difficile. Non avrei dubbi a consigliare la loro consulenza.

Claudio G.

Personale sempre disponibile per qualsiasi problema ed evenienza. Portano a termine il lavoro con passione e determinazione. Molto bravi. Sono rimasta veramente soddisfatta.

Martina V.

Esperienza molto positiva. Non conoscevo lo Studio Alis. Mi sono rivolto all’agenzia di San Giovanni in Persiceto, a seguito di un incidente stradale. Personale qualificato, professionale e cortese. La dott.ssa Gnudi è una persona competente, gentile, sempre disponibile, dotata di grande umanità e sensibilità. Si è presa cura del caso anche sotto il profilo umano sin dal primo incontro. Sono stato seguito in tutte le incombenze burocratiche e in quelle prettamente mediche. Indennizzo superiore alle mie aspettative. Consiglio vivamente lo Studio Alis a chi ne avesse necessità.

Biagio I.

Infortunistica nel centro di Bologna che aiuta nelle pratiche relative a incidenti stradali e non. Personale gentile e competente.

Simona G.

Personale competente e cordiale, ottimo servizio. Consigliato.

Mirko T.

Un’assistenza impeccabile: professionali, cortesi e disponibili a risolvere ogni esigenza o dubbio del loro assistito. Straconsigliati.

Fabio F.