Posso chiedere un risarcimento danni per una caduta causata da ghiaccio o neve?

È possibile chiedere un risarcimento danni al Comune per un infortunio subito a causa di una caduta per strada provocata da ghiaccio o neve?

Nei mesi più rigidi è facile che si creino lastre di ghiaccio su strade o marciapiedi, oppure degli accumuli di neve. Ne abbiamo avuto riprova le scorse settimane, quando l’Italia settentrionale è stata colpita da forti nevicate e temperature sotto lo zero. In queste circostanze, per i pedoni aumentano i rischi di scivolate e cadute, spesso con conseguenze fisiche poco piacevoli.

Vediamo cosa si può fare in casi simili.

LE RESPONSABILITÀ PER UNA CADUTA SUL GHIACCIO

Le richieste di risarcimento danni a seguito di una caduta sul ghiaccio sono piuttosto frequenti, ma il risarcimento si può ottenere solo a specifiche condizioni.

Generalmente, in caso di temperature rigide che favoriscono il formarsi di ghiaccio e neve, la legge considera il pericolo evidente e prevedibile. Allo stesso tempo, si presume la massima attenzione e prudenza da parte degli utenti della strada, necessarie a evitare di cadere se il rischio di scivolare è evidentemente elevato.

Dunque, le richieste di risarcimento per incidenti di questo genere vengono solitamente respinte, in quanto la situazione di pericolosità dovuta a una lastra di ghiaccio o a un accumulo di neve è visibile ed evitabile. L’ordinaria diligenza è ritenuta sufficiente per evitare il danno e quindi il Comune o chi ha in custodia l’infrastruttura non è ritenuto responsabile.

QUANDO E COME SI PUÒ CHIEDERE UN RISARCIMENTO

Le cose cambiano quando invece il pericolo non è prevedibile, il ghiaccio non è visibile e se l’infortunato riesce a dimostrarlo.

Cosa bisogna fare, quindi, se si è rimasti vittima di una caduta per colpa del ghiaccio o della neve?
• Documentare con delle foto i danni subiti e il luogo dove è avvenuto l’incidente, in modo da mettere in evidenza la situazione di pericolosità imprevedibile, e quindi l’impossibilità di evitare il ghiaccio.
• Raccogliere le testimonianze di persone che hanno assistito all’incidente.
• In caso di danni fisici di una certa gravità, bisogna recarsi nella struttura sanitaria più vicina in modo che i medici accertino l’entità delle lesioni.
• Conservare tutta la documentazione sanitaria con l’eventuale prognosi di guarigione e le cure prescritte.

Con questa documentazione potete chiedere supporto a uno studio di infortunistica, come ad esempio Studio Alis Infortunistica Stradale, che vi seguirà passo dopo passo nell’iter risarcitorio.

RISARCIMENTO PER LA CADUTA CAUSATA DA GHIACCIO O NEVE

Riepilogando, non è scontato ottenere un risarcimento danni a seguito di una caduta causata dal ghiaccio o dalla neve. Per far sì che ciò avvenga, occorre dimostrare:

• che ci sia una causalità diretta tra lo stato della cosa in custodia (ossia della strada o del marciapiede pubblico) e il danno subito;
• che il luogo in cui è avvenuto l’incidente fosse oggettivamente pericoloso, e che il pericolo non fosse visibile, in modo da rendere probabile o inevitabile il verificarsi del danno.
• che il danneggiato abbia agito con la massima cautela, tenendo un comportamento idoneo ad affrontare il rischio.

In ogni caso, per dubbi e informazioni rivolgetevi a Studio Alis.

“La cosa che più mi ha colpito è la grande professionalità dell’ intero staff di Studio Alis Infortunistica Stradale. In caso di incidente, rivolgetevi a loro: vi aiuteranno ad ottenere il giusto risarcimento, senza che dobbiate preoccuparvi di nulla.”