Cassazione civle, sez. III, Sentenza 29.05.2015 n.11154

studioalis_infortunisticastradale_spese-legali_onorari-stragiudiziali

Ha stabilito la Cassazione:
la Compagnia deve pagare le spese legali stragiudiziali anche in caso di risarcimento diretto.

Cassazione civile, sez. III, sentenza 29.05.2015 n° 11154
La recente sentenza della Cassazione III Sez Civile n. 11154 depositata il 29 maggio 2015 ha stabilito che le compagnie devono pagare le spese stragiudiziali sostenute dal danneggiato per l'avvocato o per il patrocinatore stragiudiziale, ovvero quelle spese di assistenza sostenute dal danneggiato in seguito ad un incidente stradale nella fase stragiudiziale della vicenda, cioè fuori dalle aule del Tribunale.
Unica condizione che le spese di assistenza stragiudiziale siano effettivamente necessarie per la definizione del sinistro. In pratica si deve essere di fronte ad un sinistro alquanto complesso in cui ci siano dubbi sulle cause del sinistro, i danni da esso derivati siano di una certa rilevanza, la vittima non ha ricevuto la dovuta assistenza dal proprio assicuratore (ex art.9 co 1 del DPR 254/2006), ha subito lesioni per cui la valutazione economica del danno è sempre complessa etc. È necessario, però, che venga fatta espressa richiesta di risarcimento e l'automobilista danneggiato non deve accettare l'offerta eventualmente avanzata dalla compagnia se non comprensiva anche delle spese e delle competenze legali stragiudiziali.
La Cassazione, inoltre, richiamando l'articolo 24 della Costituzione (1) ha ribadito, come da costante giurisprudenza (Cass. S.U. Civili sent. n. 26973/2008 - Cass. III sez. Civ. sent.n. 997/2010) che "...il danneggiato ha facoltà, in ragione del suo diritto di difesa, costituzionalmente garantito, di farsi assistere da un legale di fiducia e, in ipotesi di composizione bonaria della vertenza, di farsi riconoscere il rimborso delle relative spese legali..."
Se tuttavia il sinistro non presenta difficoltà ed il valore del danno e veramente modesto, difficilmente la compagnia sarà tenuta a rimborsare anche le spese legali stragiudiziali.

(1) La costituzione - Articolo 24
Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.
La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento. Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.
La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.

Per 20 anni ho fatto la volontaria alla Pubblica Assistenza di Zocca e so cosa significa finire contro un'auto... non avrei mai immaginato che sarebbe potuto succedere anche a me... Lo Studio Alis mi ha assistito per tutta la burocrazia della pratica di risarcimento dei miei danni, mi ha sostenuto anticipando tutte le spese mediche. Grazie al loro sostegno ho ancora la mia gamba perché hanno pensato a tutto loro.

Valeria Zanellati