Per danno estetico si intendono quelle lesioni che causano un danno permanente e visibile sul corpo di una persona. Stiamo parlando di cicatrici o di sfregi sul viso, che evidentemente sono forme palesi di peggioramento dell’aspetto fisico di un individuo. Ma rientrano in questa categoria anche le lesioni alla deambulazione (una zoppia permanente), le paralisi facciali, la perdita di un arto superiore o inferiore, l’accorciamento di oltre 5 centimetri di un arto inferiore e altro ancora.

Questi danni possono essere la conseguenza di sinistri stradali, interventi malriusciti di chirurgia estetica o incidenti di altra natura. In ogni caso, possono essere risarciti se si riesce a dimostrare che hanno causato un peggioramento dello stile di vita della vittima, deteriorandone la capacità di produrre reddito o di relazionarsi normalmente con gli altri.

DANNO ESTETICO: UN DANNO PATRIMONIALE E NON PATRIMONIALE

Come detto, un danno estetico si manifesta quando si verifica un peggioramento dell’aspetto fisico causato da altre persone. Questo peggioramento, soggetto a valutazione medica e legale, deve essere percepibile da terzi.

Il danno estetico – che pregiudica in varia misura le possibilità dell’individuo di guadagnarsi da vivere e di rapportarsi con gli altri – può essere dunque risarcito sia a livello patrimoniale, sia a livello non patrimoniale.

Danno patrimoniale – L’aspetto patrimoniale del danno estetico è rappresentato dalle spese sostenute per l’operazione chirurgica andata male, per le eventuali cure o interventi riparatori, per l’acquisto di medicinali e per la degenza necessaria alla completa guarigione. Inoltre, sotto questo aspetto può essere compreso anche il danno per il lucro cessante, ossia per il mancato guadagno per non aver lavorato durante la convalescenza, o per aver perso occasioni lavorative a causa della lesione (l’esempio classico è quello dei modelli o degli attori, impossibilitati a svolgere la propria attività a causa del cambiamento delle loro sembianze fisiche).

Danno non patrimoniale – Il danno estetico è risarcibile anche sotto l’aspetto non patrimoniale, dal momento che si considera affine al danno biologico. In questo caso, la quantificazione del danno non ha un corrispondente economico diretto, ma va commisurata sul danno esistenziale e morale subito (si pensi ad esempio alle conseguenze psicologiche o allo stress che derivano da un peggioramento del proprio aspetto).

DANNO ESTETICO: COME VIENE QUANTIFICATO?

Valutare l’entità del risarcimento di un danno estetico è piuttosto complesso, anche perché vanno tenute in considerazione diverse variabili soggettive, come la parte del corpo danneggiata, il sesso, l’età, il tipo di lavoro svolto o le condizioni sociali della vittima.

Calcolare a priori il potenziale risarcimento del danno non è dunque possibile, ma consigliamo a chi dovesse trovarsi in questa sfortunata situazione di rivolgersi a professionisti del campo infortunistico.

Il team di Studio Alis Infortunistica Stradale vi fornirà consulenza sulla valutazione della lesione e sulle iniziative più idonee da adottare per ottenere il massimo risarcimento del danno estetico.

Dicono di noi

Infortunistica nel centro di Bologna che aiuta nelle pratiche relative a incidenti stradali e non. Personale gentile e competente.

Simona G.

Personale competente e cordiale, ottimo servizio. Consigliato.

Mirko T.

Esperienza molto positiva. Non conoscevo lo Studio Alis. Mi sono rivolto all’agenzia di San Giovanni in Persiceto, a seguito di un incidente stradale. Personale qualificato, professionale e cortese. La dott.ssa Gnudi è una persona competente, gentile, sempre disponibile, dotata di grande umanità e sensibilità. Si è presa cura del caso anche sotto il profilo umano sin dal primo incontro. Sono stato seguito in tutte le incombenze burocratiche e in quelle prettamente mediche. Indennizzo superiore alle mie aspettative. Consiglio vivamente lo Studio Alis a chi ne avesse necessità.

Biagio I.

Un’assistenza impeccabile: professionali, cortesi e disponibili a risolvere ogni esigenza o dubbio del loro assistito. Straconsigliati.

Fabio F.

Buonissima esperienza alla filiale di Funo di Argelato. Corretti, gentili, professionali, rapidi nelle risposte. Sono stati chiari fin dall’inizio, spiegando come sarebbe stata la trafila burocratica. Hanno anticipato praticamente TUTTE le spese sostenute e ci hanno seguito passo passo. Indennizzo anche superiore rispetto a quello che si potesse prevedere. Ci hanno sempre consigliato, lasciandoci comunque la scelta delle azioni da intraprendere.

Stefano G.

Personale sempre disponibile per qualsiasi problema ed evenienza. Portano a termine il lavoro con passione e determinazione. Molto bravi. Sono rimasta veramente soddisfatta.

Martina V.

Ottima esperienza, grazie al fervido lavoro di tutti: avvocati, medici e personale dello studio. Li ringrazio per la gentilezza e la disponibilità.

Andrea P.

Filiale di Casalecchio. Professionali, competenti e molto disponibili. Siamo stati seguiti con discrezione e sollecitudine in un momento difficile. Non avrei dubbi a consigliare la loro consulenza.

Claudio G.